Comando "sposta"

Iniziamo a conoscere ed apprendere l’uso degli strumenti di SketchUp ed iniziamo con quelli che ci consentiranno di modificare la scena e gli oggetti in essa racchiusi.
In questa lezione impareremo a usare il comando SPOSTA.

 

 comando sposta

La sua icona è una croce rossa con delle frecce che indicano appunto le possibili direzioni di spostamento. Prima di utilizzare questo comando è necessario sempre selezionare l’oggetto che si vuole spostare.
A questo punto dopo aver cliccato una prima volta, senza rilasciare il cursore è possibile spostare l’oggetto in qualunque direzione, sia manualmente che numericamente.
Come si può osservare dal tutorial video, ogni volta che l’oggetto viene spostato in una direzione parallela ad uno degli assi di riferimento, la linea tratteggiata che parte dall’oggetto e segue il cursore del mouse dal colore nero di default, assume il colore dell’asse a cui è parallelo. Quindi si colorerà di rosso se lo spostamento è parallelo all’asse rosso, si colorerà di verde se lo spostamento è parallelo all’asse verde. Inoltre comparirà una etichetta che ricorderà all’utente che sta effettuano uno spostamento in una direzione parallela ad uno degli assi.
E’ possibile notare inoltre che, anche le dimensioni dell’oggetto spostato variano in base alla distanza dall’osservatore. Quindi se l’oggetto si allontana si ridurrà nelle dimensioni, mentre se si avvicina si ingrandirà. Questo perché il programma lavora di default in prospettiva.

comando sposta2

Questo tipo di spostamento è manuale e adimensionale anche se si può sempre verificare di quanto stiamo spostando l’oggetto nella finestra in basso a destra nell'interfaccia del programma.
Se vogliamo invece effettuare uno spostamento preciso secondo una misura data, dopo aver effettuato il primo click con il mouse, dovremo spostarlo nella direzione desiderata e digitare nel campo in basso a destra dell’interfaccia, la distanza desiderata. L’unità di misura è quella che è stata definita dal programma di default all’inizio della sessione di lavoro quando abbiamo scelto il Template.
Il comando sposta, presenta anche alcune comode varianti che si attivano quando insieme al trascinamento del mouse, premiamo sulla tastiera uno o più tasti in combinazione.
L’uso del comando SPOSTA in aggiunta al tasto OPZIONE, consente all’utente non solo di spostare l’oggetto desiderato, ma contemporaneamente di duplicarlo. Anche in questo caso gli spostamenti possono essere manuali o numerici a seconda la necessità.

comando sposta3

Infine, se insieme al comando SPOSTA usiamo i tasti FRECCIA sulla tastiera, obblighiamo il cursore a spostarsi secondo una precisa direzione.

comando sposta4

Frecce SU e GIU’ consentiranno lo spostamento dell’oggetto solo nella direzione verticale dell’Asse BLU;
Freccia DESTRA consentirà lo spostamento dell’oggetto solo nella direzione dell’Asse ROSSO;
Freccia SINISTRA consentirà lo spostamento dell’oggetto solo nella direzione dell’Asse VERDE.

 

Primo anno scolastico Terzo anno scolastico Secondo anno scolastico

  • Creato il .

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2019 S. Lattes & C. Editori S.p.A.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Leggi di più