L'algoritmo del tempo

Quante volte ci è capitato di osservare la foto di un paesaggio e immaginarlo durante una stagione diversa, domandandoci come cambierebbero i colori, la luce, il contesto?

Dai ricercatori della Brown University statunitense arriva la risposta a questo genere di domande. Attraverso un algoritmo software, i ricercatori sono stati in grado di ricreare le differenti condizioni climatiche sulle immagini di paesaggi. È sufficiente scegliere l’immagine panoramica preferita e applicare uno degli oltre 40 filtri disponibili. Potremo così vedere il nostro paesaggio innevato o alle prime luci dell’alba, in notturna, durante un temporale o una nevicata, insomma dare libero sfogo alla fantasia. Il procedimento è molto semplice, in quanto l’interfaccia si basa sul linguaggio comune e include dunque filtri quali aggiungi neve o meno neve.

algoritmo tempo

Il software agisce in modo predittivo, apprendendo dalle scelte dell’utente e regolando i diversi parametri in base alle preferenze indicate. Consente la scelta tra parametri oggettivi, come nuvoloso, neve, nebbia, sole, temporale, ecc., o parametri soggettivi, come brillante, luminoso, chiaro, cupo, ecc. Definiti i parametri, l’utente deve istruire il software, ossia indicargli qual è il significato da assegnare ai parametri scelti. Le informazioni derivano da un immenso database con cui i ricercatori hanno costruito il software. Per crearlo hanno utilizzato più di 100 telecamere sparse in tutto il mondo, che hanno scattato migliaia di fotografie nelle diverse ore del giorno e in differenti condizioni climatiche. A questo punto, l’immenso database è stato sottoposto ad utilizzatori che le hanno categorizzate in base a propri criteri. L’insieme di tutte queste valutazioni ha fornito la base di partenza per la scelta corretta dei parametri da applicare alle foto.

Ognuno di noi, potrà così cimentarsi nell’arte della computer grafica stupendo amici e conoscenti attraverso la modifica in tempo reale delle foto delle proprie vacanze.
È ovvio però che il software ha alcuni limiti. È infatti impensabile cambiare le caratteristiche del paesaggio, ossia “far cadere” le foglie dagli alberi per ricreare la stagione invernale o viceversa “farle crescere” per ricreare quella estiva. Nell’insieme tuttavia, il software fornisce efficaci e semplicissimi strumenti di editing, senza richiedere grandi capacità o conoscenze relative a software specifici come Adobe Photoshop.

Primo anno scolastico Terzo anno scolastico Secondo anno scolastico Video

  • Creato il .

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2018 S. Lattes & C. Editori S.p.A.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Leggi di più