Anche i materiali hanno memoria

Il cervello umano ha sempre affascinato gli scienziati per la sua capacità di memorizzazione, per la velocità di accesso alle informazioni, per la sua capacità di filtrare tra milioni di queste, quella maggiormente coerente al contesto. 

Soprattutto, ha affascinato la sua capacità di liberare memoria non in maniera casuale, come accade oggi nei nostri sistemi di memorizzazione, ma di selezionare con assoluta precisione quelle meno importanti rispetto a quelle che lo sono di più, filtrando in base al contesto, al momento temporale, alle necessità della persona. Ad esempio, il cervello riconosce stimoli e sensazioni e, quando questi sono ricorsivi, come ad esempio la paura di cadere dalla bici, lui elimina questi echi, liberando spazio ed eliminando contestualmente queste sgradevoli sensazioni, rendendoci così sempre più sicuri e capaci a guidarla.

memoria


Queste capacità sono allo studio degli scienziati, che cercano di riprodurle in materiali non organici. Il campo delle nano-tecnologie è quello in cui maggiormente questi esperimenti stanno producendo risultati incoraggianti. E’ stato, appunto, prodotto in laboratorio un nuovo materiale chiamato perovskite quantistica, una sorta di lattice che all’analisi ai raggi X ha dimostrato di possedere un comportamento simile a quello del cervello umano. Questo comportamento è spiegabile osservandolo il materiale al microscopio. La perovskite, agisce come una spugna che respira. Ogni volta che viene aggiunto un protone, la sua struttura atomica si espande o si contrae per assecondare questo cambiamento. Ripetendo questa azione, come già visto per il cervello, il materiale manifesta un calo sempre maggiore di sensibilità agli stimoli, per cui ogni volta che viene aggiunto un nuovo protone, questo subisce sempre minori adattamenti fino a risultare del tutto indifferente ai nuovi stimoli.

 

memoria2

L’obiettivo è quello di creare nuovi sistemi di intelligenza artificiale capaci di imitare sempre di più il comportamento del cervello umano con le sue capacità di pensiero selettivo e possibilità decisionali autonome.

 

Immagini da viverepiusani.it e www.batiactu.com

 

Primo anno scolastico Terzo anno scolastico Secondo anno scolastico

  • Creato il .

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2019 S. Lattes & C. Editori S.p.A.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Leggi di più