Cerotti smart

Oggi la parola “smart” è sicuramente una delle più utilizzate per evocare un’idea di evoluzione, spesso associata a qualcosa che renda più facile e intuitivo il nostro approccio alla vita quotidiana.

A questo proposito, grazie a una ricerca del MIT di Boston, tra poco anche i cerotti potrebbero diventare smart: utilizzando infatti un materiale elastico, viscoso e trasparente, il cerotto applicato sulle ferite sarà in grado di rilasciare gradualmente medicinali e velocizzare la guarigione.
Partendo dallo studio dei reticoli polimerici che compongono il tessuto animale, i ricercatori del MIT hanno sintetizzato un gel adesivo sfruttando le caratteristiche del poliacrilammide, una macromolecola facilmente assorbibile dalla pelle umana.bandaid
All’interno del gel vengono inseriti dei microsensori che rilevano la temperatura corporea e le quantità di farmaco rilasciato: se la temperatura dovesse aumentare o la riserva di medicinale dovesse esaurirsi, i sensori si illuminano segnalando l’anomalia.
Il cerotto smart è applicabile facilmente su ogni tipo di ferita in qualsiasi punto del corpo, all’esterno ma anche all’interno dell’organismo, ha un’ottima resistenza ai liquidi e alle sollecitazioni meccaniche.
Il gel è composto per più del 90% da acqua, qualità che riduce notevolmente il rischio di infezione, inoltre ha un altissimo potere adesivo, in grado di aderire persino alla ceramica, all’alluminio, al vetro: una volta applicato sulla ferita, la sua resistenza è paragonabile a quella dei tendini umani. In questo modo ogni tipo di ferita potrà essere protetta dimenticando la scomoda, ma purtroppo frequente, attitudine dei cerotti comuni a staccarsi continuamente.
Grazie al loro possibile utilizzo anche all’interno del corpo umano, infine, quest’invenzione potrebbe sostituire in ambito medico le sonde neurali, quei minuscoli dispositivi che vengono impiantati nel cervello in caso di malattia o disfunzione.



 

 

 

Immagini da thenexttech.startupitalia.eu

Primo anno scolastico Video

  • Creato il

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2019 S. Lattes & C. Editori S.p.A.