Un micro robot multiforma

Ancora una volta una scoperta targata MIT, l’incredibile Massachusetts Institute of Technology, di Boston. Una fucina di idee, un calderone di innovazioni che hanno lo scopo di cambiare e migliorare la nostra esistenza. 

Probabilmente questa volta, l’idea agli studiosi, è venuta dai robot che cambiano la loro forma in funzione dell’azione come ad esempio nel caso dei Transformers. Stiamo parlando di Primer, un minuscolo robot multifunzione costituito da un nucleo centrale, un cubo di soli 3 millimetri di lato, ricoperto da fogli di poliestere quadrati di soli 2 centimetri di lato con pieghe predefinite, capaci, grazie ad un campo magnetico e al calore, di muoversi e adattarsi alle differenti condizioni da affrontare. Anzi, Primer è proprio in grado di assumere specifiche conformazioni in base ai contesti nei quali si trova ad operare.

 

micro robot

 

I fogli di materiale plastico che ricoprono il nucleo centrale, hanno funzione protettiva e servono a dare la forma al robot. Il movimento è possibile grazie a campi magnetici e 4 sono le configurazioni che Primer può assumere. Con la prima crea un esoscheletro che gli consente di muoversi con relativa facilità, con il secondo, dispiega i fogli di poliestere a formare delle ali che gli consentono di planare quasi fosse un aliante, con il terzo può adattarsi alle superfici liquide galleggiando e navigando come fosse una barca ed infine, con il quarto, si arrotola su se stesso per potersi spostare con maggiore velocità quasi fosse una sfera. Primer può inoltre liberarsi dell’abito di poliestere tuffandosi in acqua; in questo modo la parte in plastica resta a galla mentre il nucleo principale scende sul fondo.

 

micro robot2

A prescindere dalle forme che Primer può assumere, risulta chiaro fin da subito quali potranno essere in un futuro non troppo lontano gli impieghi di questo minuscolo automa. Può contribuire alla medicina, trasportando un farmaco con il suo principio attivo direttamente all’organo interessato, o aiutare il chirurgo dall’interno del corpo umano in un delicato intervento. Potrebbe, ad esempio, essere utilizzato anche in quei casi dove le condizioni ambientali, come aree contaminate o pericolose, non siano accessibili agli addetti ai lavori.
Comunque sia, Primer apre la strada a nuovi e imprevedibili scenari.

 

 

 

 

Immagini da www.insidescience.org 

 

A cura di Davide Emanuele Betto.

Secondo anno scolastico

  • Creato il .

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2019 S. Lattes & C. Editori S.p.A.