La lente a contatto bionica

No, non è un racconto di fantascienza e neppure una trovata pubblicitaria di qualche azienda in cerca di scoop. È un prototipo realmente messo a punto dai ricercatori dell’Università di San Diego, in California.

Si tratta delle prime lenti a contatto robotiche comandate attraverso i movimenti oculari. Il risultato di questa ricerca è stato diffuso dalla rivista Advanced Functional Materials che l’ha definita una grande innovazione tecnologica: chi indosserà tali lenti potrà ingrandire o ridurre la lunghezza focale semplicemente sbattendo le palpebre due volte.

Cattura

Il processo messo a punto dai ricercatori californiani è simile a quello della lente all’interno delle macchine fotografiche ed è reso possibile da una pellicola polimerica elastica capace di rispondere ai segnali elettrici generati da uno speciale impianto esterno posto intorno agli occhi e composto da elettrodi.

lente bionica2

Lo scopo dei ricercatori è quello di creare una lente in grado di migliorare o comunque aumentare le capacità oculari del nostro occhio semplicemente rispondendo ai movimenti naturali che questo compie. In pratica la lente, attraverso i sensori, verrà attivata elettricamente quando uno specifico movimento del nostro occhio trasmetterà un segnale noto come elettrooculografico. Guardando ad esempio verso il basso la lente potrebbe automaticamente mettere a fuoco oggetti vicini come le scritte su un libro o su uno schermo, mentre alzando lo sguardo la lente regolerebbe automaticamente la messa a fuoco per una visione più ampia e lontana. Più battiti di ciglia potrebbero invece attivare funzioni specifiche come quelle di uno zoom che come un teleobiettivo consentirebbe di zoomare su oggetti lontani.

lente bionica3

Oltre a queste applicazioni avveniristiche e futuristiche, i ricercatori sperano che questa invenzione possa essere utilizzata in campo medico per risolvere i problemi di cecità o di ipovedenza, come protesi, in occhiali regolabili e robotica a distanza.                                       

Immagini da forbes.it

 

A cura di Davide Emanuele Betto.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

lente a contatto zoom polimero vista

  • Creato il

L' autore

I contenuti sono a cura di Davide Emanuele Betto, architetto e docente di tecnologia presso la S. S. I “Dante Alighieri” di Catania. Il professor Betto è formatore ed esaminatore EIPASS, e webmaster del sito didattico di Tecnologia educazionetecnica.dantect.it. Ha collaborato alla stesura delle ultime edizioni dei libri di tecnologia.

La casa editrice

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.
Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2019 S. Lattes & C. Editori S.p.A.